Non sai come abbinare il vino rosato?

A differenza dei suoi fratelli bianco e rosso, la storia del vino rosato è relativamente recente. Sarà forse per questo motivo che viene denigrato o considerato di poco valore? quello che sappiamo per certo è che negli ultimi anni è sempre più entrato nelle mode degli aperitivi italiani e non solo.

La sua nascita la collochiamo nel 1943, quando viene prodotto il Five Roses, primo vino rosato dell’azienda Leone De Castris commercializzato in Italia ed esportato negli Stati Uniti.

Le varianti di colore che può assumere un vino rosato

Il vino rosato può assumere 3 tipologie di colori:

  • ROSA TENUE: un colore molto delicato che ricorda i fiori di pesco, esso viene ottenuto da una brevissima macerazione di uve rosse (2/3 ore).
  • ROSA CERASUOLO: una tonalità derivante dalla ciliegia. E’ un colore più intenso del precedente, infatti, il periodo di macerazione va dalle 6 alle 10 ore. Un esempio è il Cerasuolo D’Abruzzo che prende proprio il nome da questa tonalità, ottenuta dalle uve Montepulciano.
  • ROSA CHIARETTO: il suo colore si avvicina molto al rosso rubino, con macerazioni più lunghe, dalle 10 alle 24 ore.

Come servire il vino rosato

Il vino rosato va servito fresco ma non ghiacciato.

La temperatura ideale, come per il vino bianco si attesta intorno ai 10-12°.

Il grado alcolico di questo vino è compreso tre 12,5% e 13,5%.

Le caratteristiche organolettiche del vino rosato

Il gusto del vino rosato è molto morbido, offerto dalla breve macerazione delle bucce e quindi dalla presenza di pochi tannini.

Il suo profumo è delicato e ricorda quello delle ciliegie, delle fragole e in generale della frutta fresca.

Come abbinare il vino rosato?

Questo vino è indicato soprattutto per aperitivi o antipasti a base di pesce.

Si sposa perfettamente con pietanze ricche ma delicate come i risotti o molto semplicemente con carni bianche e salumi.

Il Chicco d’Uva, l’enoteca che seleziona le migliori etichette e le migliori cantine, ti propone come vino rosato:

TRALCETTO CERASUOLO della Cantina Zaccagnini

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE

  • Colore rosato tipico della vinificazione in bianco delle uve rosse;
  • Bouquet intenso, profumo fragrante, armonico, piacevolissimo;
  • Al palato è fine ed elegante, fresco e ben armonico.

vino rose altemasi trentodocALTEMASI TRENTO DOC

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE

  • Colore rosa tenue con leggeri riflessi ramati, spuma bianca cremosa, perlage fine e continuo.
  • Profumi complessi con note che ricordano la ciliegia matura, il ribes, la mela rossa.
  • Il sapore è ricco, di buon equilibrio con retrogusto molto persistente.

vino rosè ruinartRUINART ROSE

Intenso, fruttato, aromatico, Ruinart Rosé deve la sua elegante sensualità al connubio tra lo Chardonnay (45%, tra cui prevalgono i premier cru Chardonnay della Cotes Des Blancs) e Pinot Noir della Montagne de Reims e della Vallée de la Marne vinificato in rosso.

Al naso è delicato, fine e fresco, con aromi di ciliegia e di piccoli frutti rossi appena colti.
Si rivelano note floreali (rosa, biancospino) e speziate (tonka, noce moscata).

vino rosè ANTICA FRATTA

ANTICA FRATTA FRANCIACORTA DOCG “ESSENCE” ROSE’ 2010

Essence Rosé rappresenta il primo passo di Antica Fratta verso il suo futuro.

Un futuro in cui piacevolezza e bevibilità si completano con elegante complessità ed una equilibrata struttura.

Una coerenza visiva oltre che gusto-olfattiva per un Franciacorta Rosé che all’eleganza dello Chardonnay accompagna il frutto del Pinot Nero e la complessità del tempo.

Save