5 modi originali per utilizzare il vino che avanza dalle feste

Vi è mai capitato di ritrovarvi con del vino in frigorifero avanzato da tempo o dei bicchieri che dopo una festa contenevano ancora del vino? sarebbe davvero uno spreco buttarlo e, a patto che non vogliate sacrificarvi, è meglio sapere cosa farne.

Lo stesso pensiero vale anche per quelle bottiglie che, una volta stappate, perdono quel buon sapore che vi aspettavate.

Soprattutto durante le feste di Natale, le bottiglie stappate non sono poche e per non sprecare tutto quel ben di Dio, ecco 5 modi originali per utilizzare il vino che avanza.

1. Utilizzare il vino che avanza a Natale: Sbizzarritevi in cucina

In cucina il vino è un alleato per creare delle ottime prelibatezze gastronomiche. Utilizzatelo per sfumare risotti, come il risotto alle fragole oppure per per la cottura di alimenti come funghi, cipolle e carciofi, donandogli un sapore superiore alle aspettative.

Con un po’ di fantasia e creatività lo potete utilizzare anche per salse per condire la pasta. Il vino bianco è ottimo per essere impiegato nella preparazione di pastelle per la frittura di verdure o come ingrediente aggiuntivo della pasta brisè. Quando non si utilizza, il vino può essere congelato nei classici contenitori per preparare cubetti di ghiaccio ed impiegarlo nel momento del bisogno.

2. Utilizzare il vino che avanza a Natale: Per la bellezza

Sempre più utilizzato anche nella bellezza… veramente? si! il vino contiene antiossidanti ottimi per tonificare la pelle.

Il vino avanzato lo puoi quindi utilizzare in un pediluvio o in una maschera naturale: frulla alcune fragole con circa mezzo bicchiere di vino fino ad ottenere un composto dalla consistenza cremosa da applicare sul viso per alcuni minuti e risciacquare.

3. Utilizzare il vino che avanza a Natale: Tingere i tessuti

Vista la fatica per toglierlo dai vestiti, perchè non utilizzarlo per colorarli? versalo in una pentola di acqua bollente, all’interno del quale immergerete i vostri tessuti in lino o cotone.

A seconda dell’intensità di rosso aumentate o diminuite la quantità del vino nella pentola. Aggiungete all’acqua due o tre cucchiai di aceto o di sale grosso per fissare al meglio il colore.

Successivamente le stoffe andranno risciacquate in acqua fredda e strizzate fino a quando rilasceranno la tintura. Ricordatevi poi di lavare a mano i capi separatamente.

4. Utilizzare il vino che avanza a Natale: Pulizia di frutta e verdura

Puoi utilizzarlo per la pulizia di frutta e verdura in modo da contrastare la presenza di germi e impurità.

Secondo uno studio di Mark Daeschel nel 2005, il vino presenta proprietà antibatteriche in grado di annientare gli agenti patogeni responsabili di salmonella.

5. Utilizzare il vino che avanza a Natale: Preparare l’aceto

Preparare a casa l’aceto è facile e semplice: riempite una bottiglia con del vino per tre quarti e lasciate che la natura faccia il suo corso.

La bottiglia dovrà essere lasciata aperta e posizionata in un luogo riscaldato per circa 3-4 settimane, ottenendo così la vostra bottiglia di aceto.

Per la scegliere il vino da regalare o da stappare a Natale, ti consigliamo le migliori piccole e grandi cantine selezionate accuratamente dal Chicco d’Uva.

Vini bianchi, vini rossi, vini rosé, spumanti, champagne, prosecco e moscato e molto altro.

pulsante scopri di più

Save

Save

Save